in

10 personaggi famosi che sono cambiati drasticamente dal film al libro

10 personaggi famosi che sono cambiati drasticamente tra libri e film

Condividere è prendersi cura!

I libri e i film sono sempre stati una grande fonte di intrattenimento per le persone di tutto il mondo. Che si tratti di un thriller, di una storia d'amore o di fantascienza, c'è sempre qualcosa per tutti. Tuttavia, molti amanti dei libri spesso criticano gli adattamenti cinematografici perché non sono fedeli alla storia originale. Uno dei problemi più comuni è la rappresentazione dei personaggi nei film. Alcuni personaggi possono essere completamente diversi da come sono stati descritti nel libro, il che può essere frustrante e deludente per i fan.

In questo articolo daremo uno sguardo a 10 personaggi famosi che hanno subito cambiamenti significativi tra le loro controparti librarie e cinematografiche. Dai tratti della personalità all'aspetto fisico, questi personaggi sono stati modificati in vari modi, alcuni in meglio e altri in peggio. Analizzeremo come questi cambiamenti hanno influenzato la storia nel suo complesso e il modo in cui i personaggi sono percepiti dal pubblico.

Senza ulteriori indugi, iniziamo!

1. James Bond - Casino Royale

Fonte: © Casino Royale / Columbia Pictures e co-produttori

James Bond è uno dei personaggi più iconici della storia della letteratura e del cinema. Creato dall'autore britannico Ian Fleming nel 1953, James Bond è un agente immaginario dell'MI6 che è stato oggetto di numerosi romanzi, film e altri media negli ultimi sette decenni. Tuttavia, uno dei cambiamenti più significativi del personaggio è avvenuto nell'adattamento cinematografico di Casino Royale del 2006, con Daniel Craig nel ruolo di James Bond.

Nel romanzo originale, James Bond è ritratto come una spia soave e sofisticata che ha sempre il controllo delle proprie emozioni e azioni. È un forte bevitore, fumatore e donnaiolo e il suo personaggio viene spesso criticato per aver promosso abitudini e comportamenti malsani. Tuttavia, nell'adattamento cinematografico del 2006, James Bond è stato ritratto come un personaggio più grintoso e realistico. L'interpretazione di James Bond da parte di Daniel Craig era più emotiva, vulnerabile e imperfetta rispetto ai precedenti attori che avevano interpretato il personaggio.

Nel film, James Bond viene mostrato come un agente grezzo e inesperto che commette errori e lotta per affrontare le conseguenze delle sue azioni. Viene rappresentato come un personaggio più fisico e atletico, con intense sequenze di allenamento e brutali scene di combattimento. Questa versione di James Bond ha anche una personalità più sfumata e complessa, con una storia alle spalle che spiega il suo distacco emotivo e i suoi problemi di fiducia.

I cambiamenti apportati a James Bond in Casino Royale sono stati necessari per modernizzare il personaggio e renderlo più rapportabile a un pubblico contemporaneo. L'immagine tradizionale di James Bond come eroe impeccabile e invincibile non era più attuale e il pubblico voleva una rappresentazione più realistica e concreta del personaggio. Il nuovo James Bond non era solo una spia, ma un essere umano con difetti e debolezze, il che lo rendeva più comprensibile e simpatico al pubblico.

2. Pennywise - Esso

Fonte: © It / Green/Epstein Productions e co-produttori, © It / New Line Cinema e co-produttori

Pennywise è un personaggio immaginario introdotto per la prima volta nel romanzo "It" di Stephen King del 1986. Il personaggio è un'entità mutaforma che predano i bambini, principalmente nella città di Derry, nel Maine. Pennywise è un'entità terrificante che ha preso vita in vari adattamenti del libro, tra cui la miniserie del 1990 e i film del 2017 e del 2019.

Nel libro, Pennywise è descritto come un clown con il volto bianco, i capelli rossi e un costume composto da pantaloni larghi e bretelle. Lo si vede spesso con in mano un fascio di palloncini, che usa per attirare le sue vittime. Tuttavia, con il procedere della storia, la vera forma di Pennywise si rivela essere un essere antico e maligno che si nutre delle paure dei bambini.

Nell'adattamento della miniserie del 1990, Pennywise è stato interpretato dall'attore Tim Curry. L'interpretazione di Curry è stata apprezzata per la sua inquietudine e il suo umorismo: l'attore ha infuso al personaggio un senso di giocosità che lo ha reso ancora più terrificante. Tuttavia, alcuni fan hanno ritenuto che l'aspetto fisico del personaggio non fosse così spaventoso come avrebbe potuto essere, e alcuni hanno criticato la rappresentazione come più sciocca che spaventosa.

Negli adattamenti cinematografici del 2017 e del 2019, Pennywise è stato interpretato dall'attore Bill Skarsgård. L'interpretazione del personaggio da parte di Skarsgård è stata elogiata per la sua capacità di incutere timore nel cuore del pubblico e la sua performance è stata acclamata come una delle più terrificanti a memoria d'uomo. Anche l'aspetto fisico di Skarsgård nei panni di Pennywise era più spaventoso: il trucco e il costume del personaggio erano stati aggiornati per essere più sinistri e inquietanti.

Nonostante i cambiamenti nell'aspetto e nella rappresentazione, l'essenza di Pennywise come entità terrificante che preda i bambini è rimasta costante in tutti gli adattamenti. La capacità del personaggio di manipolare e nutrirsi delle paure delle sue vittime è rimasta costante, con l'obiettivo finale di consumare le loro anime.

3. Katniss Everdeen - Hunger Games

Fonte: © The Hunger Games / Lionsgate e co-produttore

Katniss Everdeen è la protagonista della trilogia degli Hunger Games scritta da Suzanne Collins. È un personaggio volitivo e pieno di risorse, costretto a partecipare a una brutale competizione nota come Hunger Games. Katniss è rappresentata come un'abile arciera e cacciatrice, con un profondo amore per la sua famiglia e un feroce desiderio di sopravvivenza.

Nel libro, Katniss viene descritta con la pelle olivastra, i capelli scuri e gli occhi grigi. È piccola e magra, con un atteggiamento duro e resistente. Nell'adattamento cinematografico, invece, il ruolo di Katniss è stato affidato a Jennifer Lawrence, che ha capelli biondi e occhi azzurri. Sebbene l'interpretazione della Lawrence sia stata ampiamente apprezzata, molti fan sono rimasti delusi dal suo aspetto, che secondo loro non corrispondeva al personaggio descritto nel libro.

Un'altra differenza significativa tra la versione di Katniss nei libri e quella nei film è il modo in cui viene rappresentata dal punto di vista emotivo. Nei libri, Katniss è spesso descritta come stoica e riservata, con la tendenza a trattenere le proprie emozioni. Questo è in netto contrasto con la versione cinematografica del personaggio, che è più espressiva ed emotiva, in particolare nelle sue interazioni con Peeta e Rue.

Nonostante queste differenze, sia la versione del libro che quella del film di Katniss condividono molti degli stessi tratti fondamentali. È determinata, piena di risorse e ferocemente protettiva nei confronti di coloro a cui tiene. L'amore per la sua famiglia e il desiderio di sopravvivere sono le forze trainanti delle sue azioni nel corso della storia.

4. Sherlock Holmes - Sherlock Holmes

Fonte: © Sherlock Holmes / Warner Bros. e co-produttori

Sherlock Holmes è uno dei personaggi più iconici della letteratura ed è stato adattato numerose volte in varie forme di media. Il personaggio è stato creato da Sir Arthur Conan Doyle ed è apparso per la prima volta nel romanzo del 1887 "Uno studio in scarlatto". Sherlock Holmes è un detective famoso per le sue eccezionali capacità deduttive e per la sua abilità nel risolvere i casi più complessi.

Il ritratto di Sherlock Holmes nel film del 2009, Sherlock Holmes, diretto da Guy Ritchie, è stato un significativo allontanamento dall'immagine tradizionale del personaggio nella letteratura. Nel film, Sherlock Holmes è interpretato da Robert Downey Jr. ed è rappresentato come un personaggio più orientato all'azione, fisicamente capace ed eccentrico rispetto ai racconti originali.

La versione cinematografica di Sherlock Holmes è un detective più anticonvenzionale, che si cimenta in scazzottate, ha una predilezione per i travestimenti e una predisposizione al dramma. Il personaggio è ritratto come un pensatore brillante e anticonvenzionale che usa la fisicità e la sperimentazione per risolvere i suoi casi.

La versione cinematografica di Sherlock Holmes è stata anche criticata da alcuni per essere troppo hollywoodiana, con un'enfasi eccessiva sulle sequenze d'azione e sugli effetti speciali, piuttosto che sugli aspetti cerebrali e deduttivi del personaggio. Inoltre, la rappresentazione della tossicodipendenza del personaggio è stata notevolmente attenuata e le sue relazioni con l'amico Dr. John Watson e l'interesse amoroso Irene Adler sono state ritratte in modo diverso rispetto alle storie originali.

Nonostante le differenze tra il libro e la versione cinematografica di Sherlock Holmes, il film è stato un successo commerciale, incassando oltre $500 milioni in tutto il mondo. Il successo del film ha portato a un sequel, Sherlock Holmes: Gioco di ombre, uscito nel 2011.

5. Beatrice "Tris" Prior - Divergente

Fonte: © Divergent / Summit Entertainment e co-produttore


Beatrice "Tris" Prior è la protagonista della popolare serie distopica per giovani adulti Divergent. Scritta da Veronica Roth, la serie segue Tris mentre naviga in un mondo post-apocalittico diviso in cinque fazioni basate sulle virtù. Tris nasce nella fazione dell'Abnegazione, ma sceglie di unirsi alla fazione dei Dauntless durante la cerimonia di iniziazione.

Nei libri, Tris è rappresentata come una giovane donna coraggiosa e intelligente, che lotta per trovare il suo posto in un mondo che dà più valore al conformismo che all'individualità. È anche ritratta fisicamente piccola e senza pretese, il che rende il suo viaggio ancora più avvincente, poiché deve imparare a sopravvivere e a prosperare nel mondo ferocemente competitivo della fazione dei Dauntless.

Nell'adattamento cinematografico di Divergent, Tris è interpretata dall'attrice Shailene Woodley. Sebbene la Woodley riesca a cogliere lo spirito di Tris e la sua lotta per inserirsi, la rappresentazione del personaggio è leggermente diversa da quella dei libri. La Tris di Woodley è più in forma e muscolosa, il che la rende più credibile come membro della fazione dei Dauntless. Inoltre, il film enfatizza la relazione romantica di Tris con il compagno iniziato Quattro, che non è così importante nei libri.

Le modifiche apportate al personaggio di Tris nell'adattamento cinematografico non sono necessariamente negative, ma alterano il personaggio originale descritto nei libri. Sebbene le modifiche abbiano senso nel contesto dell'adattamento cinematografico e contribuiscano a dare vita a Tris sul grande schermo, spostano leggermente l'attenzione della storia dal viaggio individuale di Tris alla sua relazione con Quattro.


6. Gilderoy Lockhart - Harry Potter e la Camera dei Segreti

Fonte: © Harry Potter e la Camera dei Segreti / Warner Bros. e co-produttori

Gilderoy Lockhart è un personaggio della serie di Harry Potter di J.K. Rowling, che appare per la prima volta nel secondo libro, Harry Potter e la Camera dei Segreti. È un mago famoso per le sue imprese e avventure, che racconta nei suoi numerosi libri. Quando viene nominato insegnante di Difesa contro le Arti Oscure alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, diventa subito il beniamino degli studenti, tra cui Harry, Ron ed Hermione.

Tuttavia, con il procedere della storia, diventa chiaro che la reputazione di Lockhart non è altro che una facciata. Si scopre che è un impostore che ha rubato le storie di altri maghi e le ha spacciate per sue. In realtà, è così incompetente che cancella accidentalmente i propri ricordi mentre cerca di usare le bacchette di Ron e Harry per cancellare i loro.

Nel libro, Lockhart è ritratto come un personaggio vanitoso ed egocentrico che si preoccupa solo della propria immagine e reputazione. È visto come un personaggio comico che fornisce un po' di necessaria leggerezza al mondo oscuro e pericoloso di Harry Potter. Tuttavia, nell'adattamento cinematografico, Lockhart viene ritratto come un personaggio più sinistro, con la sua incompetenza sfruttata a fini comici. L'attore Kenneth Branagh conferisce un certo fascino al personaggio, ma in definitiva la sua interpretazione è meno ricca di sfumature rispetto alla versione del libro.

Una delle maggiori differenze tra la versione di Lockhart nel libro e quella nel film è il modo in cui viene sviluppato il suo personaggio. Nel libro, Lockhart ha una storia alle spalle che spiega le sue motivazioni e la sua personalità, mentre nel film è rappresentato come un personaggio monodimensionale e poco approfondito. Questa mancanza di sviluppo del personaggio rende difficile per il pubblico capire perché si comporta nel modo in cui si comporta.

Un'altra differenza importante è il modo in cui viene rappresentata la perdita di memoria di Lockhart. Nel libro, la perdita di memoria di Lockhart è rappresentata come un evento serio e tragico, mentre nel film è interpretata in modo ridicolo. Questo cambiamento di tono mina la serietà della situazione e rende difficile per il pubblico prendere sul serio il personaggio di Lockhart.

7. Alice - Alice nel Paese delle Meraviglie

Fonte: © Alice nel paese delle meraviglie / Walt Disney Pictures e co-produttori

Alice, il personaggio principale di "Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie" di Lewis Carroll, è una ragazza curiosa e fantasiosa che cade nella tana del coniglio e si ritrova in un mondo bizzarro e senza senso. Il personaggio di Alice è noto per la sua curiosità innocente e infantile, per la sua determinazione a navigare nello strano mondo in cui si trova e per la sua volontà di mettere in discussione l'autorità e sfidare le norme sociali.

Nel libro, Alice è ritratta come una bambina educata e gentile, spesso sconcertata dalle bizzarre creature e situazioni che incontra nel Paese delle Meraviglie. La sua meraviglia e innocenza infantile la rendono un personaggio simpatico e il suo viaggio attraverso lo strano e imprevedibile mondo del Paese delle Meraviglie è allo stesso tempo emozionante e surreale. Alice è nota anche per la sua tendenza a dire la sua e a sfidare l'autorità, il che la distingue dagli altri personaggi della storia.

Nei vari adattamenti cinematografici di Alice nel Paese delle Meraviglie, il personaggio di Alice ha subito diversi cambiamenti significativi. Nell'adattamento Disney del 1951, Alice è ritratta come un personaggio più sicuro e deciso, con un senso dell'umorismo più forte e uno spirito più avventuroso. Questa versione di Alice è meno disorientata e più padrona della situazione, il che la rende una protagonista più attiva e coinvolgente.

Nell'adattamento di Tim Burton del 2010, Alice è ritratta come un personaggio più ribelle e indipendente, che rifiuta le aspettative della società e segue la propria strada. Questa versione di Alice è più forte e consapevole di sé, con un più forte senso dell'agency e la volontà di sfidare lo status quo.

8. Conte Dracula - Dracula

Fonte: © Dracula / Universal Pictures

Il Conte Dracula, il personaggio principale del romanzo "Dracula" di Bram Stoker del 1897, è uno dei personaggi più iconici della letteratura horror. È stato ritratto in innumerevoli adattamenti della storia, dai film muti alle moderne serie televisive. Tuttavia, nonostante le varie iterazioni del personaggio, la versione del libro del Conte Dracula rimane la più avvincente e complessa.

Nel romanzo, il Conte Dracula è un vampiro secolare della Transilvania che si reca in Inghilterra in cerca di nuovo sangue e di una nuova casa. Viene descritto come un uomo alto, magro e aristocratico, con una barba a punta e unghie lunghe e affilate. Viene anche raffigurato come dotato di una forza immensa e di poteri soprannaturali, tra cui la capacità di trasformarsi in un pipistrello o in un lupo.

Se la descrizione fisica del Conte Dracula è certamente intimidatoria, è la sua personalità che lo distingue veramente come personaggio. È astuto, manipolatore e ferocemente intelligente. Ha la capacità di affascinare e controllare chi lo circonda, rendendolo un avversario formidabile. È anche ferocemente protettivo nei confronti dei suoi simili, facendo di tutto per garantire la sopravvivenza e il successo della sua nidiata di vampiri.

Nonostante la sua natura malvagia, tuttavia, il Conte Dracula non è un personaggio monodimensionale. È complesso e ricco di sfumature, con una tragica storia alle spalle che aggiunge profondità al suo personaggio. È motivato dal desiderio di vendetta nei confronti di coloro che gli hanno fatto un torto in passato, ma anche dal desiderio di amore e compagnia.

In contrasto con la versione del libro, molti adattamenti cinematografici del Conte Dracula lo hanno ritratto come un cattivo unidimensionale, con poche sfumature o complessità. Alcune rappresentazioni si sono persino spinte verso stereotipi e caricature, con accenti esagerati e caratteristiche fisiche esagerate.

Tuttavia, alcuni adattamenti sono riusciti a cogliere la complessità del personaggio. Nel film di Francis Ford Coppola del 1992 "Dracula di Bram Stoker", ad esempio, il Conte Dracula è interpretato da Gary Oldman come una figura tragica motivata dall'amore per una donna che ha perso secoli prima.

9. Skeeter - L'aiuto

Fonte: © The Help / Dreamworks Pictures e co-produttori

Skeeter, la protagonista del romanzo best-seller "The Help" di Kathryn Stockett, è una giovane donna bianca che vive a Jackson, nel Mississippi, durante il Movimento per i diritti civili degli anni Sessanta. Nel libro, Skeeter è ritratta come una donna istruita e intelligente che diventa sempre più disillusa dall'ingiustizia razziale e dalla segregazione di cui è testimone nella sua città natale.

Nel corso della storia, Skeeter inizia a mettere in discussione la propria posizione privilegiata nella società e diventa determinata a dare voce alle domestiche afroamericane che sono state maltrattate e oppresse per generazioni. Si imbarca in un progetto rischioso per scrivere un libro che riveli la verità sulla vita di queste domestiche, nonostante il pericolo che ciò comporta per la sua sicurezza e la sua reputazione.

Tuttavia, nell'adattamento cinematografico di "The Help", il personaggio di Skeeter subisce alcuni cambiamenti significativi. Sebbene i suoi obiettivi e le sue motivazioni generali rimangano gli stessi, la sua personalità e il suo aspetto sono in qualche modo alterati. Ad esempio, Emma Stone, che interpreta Skeeter nel film, è molto più affascinante e convenzionalmente attraente del personaggio descritto nel libro. Inoltre, il rapporto con la madre, teso e complesso nel libro, viene semplificato nel film e presentato come un conflitto più diretto tra Skeeter e le convinzioni razziste della madre.

Un altro cambiamento importante nella versione cinematografica di Skeeter è il suo livello di autonomia e indipendenza. Nel libro, Skeeter è una donna fieramente indipendente, determinata a vivere la vita alle sue condizioni, anche se ciò significa andare contro le aspettative della sua famiglia e della società. Nel film, invece, viene presentata come un personaggio più esitante e insicuro, che riesce a trovare il suo coraggio e la sua convinzione solo grazie all'aiuto e al sostegno delle domestiche afroamericane con cui fa amicizia.

10. Elsa - Congelato

Fonte: © Frozen / Walt Disney Pictures e co-produttore

Elsa, l'amato personaggio di Frozen della Disney, è un esempio lampante di un personaggio che ha subito cambiamenti significativi tra la versione del libro e quella del film. Nella fiaba originale "La regina delle nevi" di Hans Christian Andersen, il personaggio della regina delle nevi era rappresentato come una figura malvagia che rapiva un ragazzo e gli congelava il cuore. Elsa, invece, è stata reimmaginata come un personaggio complesso e simpatico che lottava per controllare i suoi poteri di ghiaccio e temeva di essere rifiutata dalla società.

Uno dei cambiamenti più evidenti nel personaggio di Elsa tra il libro e il film è la sua personalità. Ne "La regina delle nevi", la Regina delle nevi è rappresentata come un personaggio malvagio e senza cuore che non ha alcuna empatia per gli altri. Elsa, invece, è ritratta come una persona gentile e amorevole che si preoccupa profondamente della sua famiglia e dei suoi amici. La sua lotta per controllare i suoi poteri e la sua paura di fare del male a chi la circonda aggiungono uno strato di complessità al suo personaggio, rendendolo più comprensibile e umano.

Un altro cambiamento significativo è l'aspetto fisico di Elsa. Nel racconto originale, la Regina delle Nevi è rappresentata come una figura vecchia e fredda, mentre nel film Elsa è ritratta come una giovane donna bella e aggraziata. Il suo aspetto sorprendente e il suo elegante abito di ghiaccio sono diventati iconici e sono immediatamente riconoscibili dai fan di tutto il mondo.

I cambiamenti nel personaggio di Elsa erano necessari perché la storia funzionasse come fiaba moderna. Rendendola un personaggio simpatico, il pubblico può immedesimarsi nelle sue lotte e fare il tifo per lei mentre supera le sue paure e abbraccia i suoi poteri. La sua trasformazione da giovane donna timorosa e isolata a regina sicura e potente è una parte significativa della trama del film e fornisce un messaggio di potere agli spettatori, in particolare alle ragazze.

Tuttavia, alcuni fan del racconto originale potrebbero sostenere che i cambiamenti apportati al personaggio e alla storia di Elsa si siano allontanati troppo dal materiale originale. Tuttavia, il successo di Frozen parla da sé ed è diventato uno dei film d'animazione più amati e di successo di tutti i tempi. Il personaggio di Elsa è una ragione significativa del successo del film e la sua trasformazione ha risuonato con il pubblico di tutte le età.

Pensieri finali

La rappresentazione dei personaggi negli adattamenti da libro a film può fare la differenza. Sebbene possano essere necessarie delle modifiche per adattarsi al mezzo visivo, è importante rimanere fedeli all'essenza dei personaggi e della storia. In alcuni casi, le modifiche possono migliorare l'arco narrativo di un personaggio o aggiungere profondità alla storia, ma in altri casi possono portare alla perdita di ciò che ha reso il personaggio o la storia così amati in primo luogo.

È essenziale che i registi considerino attentamente l'impatto di qualsiasi modifica apportata ai personaggi durante il processo di adattamento. I fan del materiale di partenza investono tempo ed emozioni nei personaggi, e qualsiasi alterazione drastica può deluderli e allontanarli. Per questo motivo, è fondamentale trovare un equilibrio tra le esigenze del mezzo cinematografico e la soddisfazione delle aspettative dei fan del materiale originale.

Cosa ne pensate?

Scritto da badr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiave dell'app GIPHY non impostata. Controllare impostazioni

15 donne famose cambiano genere

E se fossero nate maschio? 15 donne famose cambiano sesso

I 10 attori che potrebbero essere il prossimo James Bond

I 10 attori che potrebbero essere il prossimo James Bond